Online users

AGGIORNAMENTI NORMATIVI IN MATERIA DI EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI - LAVORAZIONE FERRO BLOG - FABBRO DINI AROLDO - LAVORAZIONE FERRO - ATTREZZATURA ZOOTECNICA

Vai ai contenuti

Menu principale:

AGGIORNAMENTI NORMATIVI IN MATERIA DI EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI

Pubblicato da in NORMATIVE EFFICIENZA ENERGETICA ·
L'entrata in vigore dei recenti provvedimenti legislativi e dei loro chiarimenti, ha creato alcune incomprensioni che riteniamo opportuno chiarire, inviandovi una sintesi di quanto introdotto in materia di ristrutturazione e di riqualificazione energetica.
Il 1 agosto 2016 il MISE ha pubblicato una serie di chiarimenti (F.A.Q.) in materia di efficienza energetica in edilizia, in riferimento al decreto del 26 giugno 2015, così detto “Decreto Requisiti Minimi”, in vigore dal 1 ottobre 2015.
Il Decreto individua tre tipologie di interventi che possono essere effettuati su un immobile da ristrutturare/riqualificare: Ristrutturazioni di 1° e 2° livello e Riqualificazioni Energetiche.

Interventi di ristrutturazione di primo livello
Si tratta di interventi che interessano l’involucro edilizio con un’incidenza superiore al 50% della superficie disperdente lorda complessiva dell’edificio;
Gli ampliamenti di edifici esistenti la cui nuova porzione abbia un volume lordo climatizzato inferiore o uguale al 15% di quello esistente o comunque inferiore a 500 metri cubi .

Interventi di ristrutturazione di secondo livello
Si tratta di interventi che interessano l’involucro edilizio con un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda complessiva dell’edificio.

Interventi di riqualificazione energetica
Si tratta di interventi che interessano l’involucro edilizio con un’incidenza inferiore o uguale al 25% della superficie disperdente lorda complessiva dell’edificio.
Ora che ho individuato le tre tipologie di intervento possibili, mi soffermerò con maggiore attenzione sugli interventi di sostituzione infissi (intesi come finestre e portoni di ingresso), che ricadono nella categoria “Riqualificazione Energetica” nella quasi totalità dei casi.
Con riferimento alle varie tipologie di intervento, la normativa e i chiarimenti del 1 agosto 2016 chiariscono che esclusivamente per gli interventi di riqualificazione energetica riguardanti la sostituzione di infissi e portoni di ingresso si possa provvedere a documentare la conformità di quanto previsto dalla normativa mediante la stesura di una delle seguenti documentazioni:


- Relazione Tecnica in forma semplificata (riguardante esclusivamente i materiali oggetto dell’intervento)

- Dichiarazione da parte della ditta esecutrice dei lavori (nota 1 delle Precisazioni)

Le informazioni che dovranno essere riportate nella relazione o nella dichiarazione dovranno verificare la conformità a quanto previsto dal “Decreto Requisiti Minimi” e, in dettaglio:


- Trasmittanza termica degli infissi da sostituire
- Trasmittanza termica degli infissi di nuova fornitura (verifica del valore limite per zona climatica – vedi Tabella 4)
- Trasmittanza termica dei cassonetti di nuova fornitura (solo se presenti nella fornitura) (verifica del valore limite per zona climatica – vedi Tabella 4)
- Fattore di trasmissione solare totale (verifica del valore limite per zona climatica – vedi Tabella 5)
- La classe di Permeabilità all’aria

Di seguito si analizzeranno i valori limite previsti dalla normativa e la loro applicazione:


- Valori limite di trasmittanza termica per gli infissi di nuova fornitura e per le eventuali installazioni di cassonetti così come previsto dalla Tabella 4 dell’Appendice B all’Allegato 1 che si riporta di seguito:





- Valori limite del fattore di trasmissione solare totale Gtot per componenti finestrati esposti a Sud, Est ed Ovest così come previsto dalla Tabella 5 dell’Appendice B all’Allegato 1 che si riporta di seguito (nota 2 delle Precisazioni):






Precisazioni

1) Solo nel caso di riqualificazione energetica e in presenza di chiusure oscuranti o di tipologie di superfici trasparenti per le quali risulti soddisfatta la verifica del valore del fattore di trasmissione solare totale Gtot la relazione tecnica può essere sostituita da dichiarazione dell’impresa esecutrice.
2) In presenza di chiusure oscuranti il valore del fattore di trasmissione solare totale può non essere riportato in quanto si considera automaticamente soddisfatta la verifica del valore limite di 0,35 previsto dal Decreto Requisiti Minimi (con l’eccezione per la categoria E.8 ).
3) Per quanto riguarda i cassonetti vanno valutati solo se si interviene sugli stessi. In questa eventualità la trasmittanza termica dei cassonetti deve rispettare i limiti previsti, in funzione della zona climatica, previsto dalla Tabella 4 dell’Appendice B all’Allegato 1.










18/10/2018
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu