Online users

DINI AROLDO FERRO E INFISSI BLOG - DINI AROLDO - FABBRO - LAVORAZIONE DINI AROLDO

CARPENTERIE METALLICHE
CENTRO INFISSI
__________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________
Lavorazione artistica del ferro dal 1979
CARPENTERIE METALLICHE CENTRO INFISSI
CARPENTERIE METALLICHE CENTRO INFISSI
Dini Aroldo
Vai ai contenuti

SABBIATURA (METALLI)

DINI AROLDO - FABBRO - LAVORAZIONE DINI AROLDO
Pubblicato in IL FABBRO · 13 Aprile 2016
La sabbiatura è il metodo più valido di preparazione delle superfici di acciaio prima della pitturazione o dell'applicazione di uno strato protettivo contro la corrosione.
La superficie metallica deve possedere caratteristiche tali da garantire un'idonea base di ancoraggio per i rivestimenti protettivi.
Per tale motivo occorre ripulirla da tutto ciò che è estraneo alla sua natura metallica chimicamente intesa.
Infatti sulla superficie dei manufatti in acciaio utilizzati in edilizia possono essere presenti diversi ossidi e sali, la ruggine e la calamina, oltre a tracce di vecchie pitturazioni ed altre sostanze estranee che pregiudicano l'efficacia del sistema protettivo poiché creano strati intermedi tra il metallo vero e proprio ed il film antiruggine, di scarsissima stabilità ed aderenza.

METODI DI SABBIATURA

I metodi di sabbiatura principali sono due:

- sabbiatura per via umida;
- sabbiatura a secco.

Il metodo per via umida si differenzia da quello a secco per il fatto che nella corrente abrasiva viene introdotta dell'acqua o una soluzione di acqua e di inibitore della corrosione.
L'acqua può essere mescolata alle sostanze abrasive sia nel serbatoio a pressione che nella coerente in corrispondenza dell'ugello soffiatore.
Il metodo per via umida presenta il vantaggio di ridurre al minimo la produzione di polvere che si forma durante le operazioni di sabbiatura, pertanto è consigliato quando non è possibile eseguire l'intervento in luogo aperto o in una cabina di sabbiatura.
Il metodo per via umida ha comunque lo svantaggio di non essere adatto a tutte le casistiche.
Infatti per esempio nelle strutture metalliche che presentano un gran numero di recessi formati dalle travi orizzontali e dai profilati con cavità rivolte verso l'alto, le operazioni di pulizia risultano piuttosto difficili se eseguite per via umida in quanto è molto laborioso togliere la sabbia bagnata e gli altri residui del processo che restano intrappolati in detti anfratti.
In tal caso, per la loro rimozione, è necessario procedere al lavaggio, la spazzolatura o il soffio con aria compressa.
Inoltre la presenza di acqua tende a far formare la ruggine anche se viene mescolata con composti antiruggine.
Altro difetto del procedimento umido è la sua maggiore lentezza rispetto a quello a secco poiché la presenza di acqua riduce il potere abrasivo del materiale utilizzato; aumentando il tempo di esecuzione aumentano anche i costi di realizzazione.
Di norma il procedimento più usato è quello a secco.

SABBIATURA A SECCO

I metodi di sabbiatura per via secca che possono essere impiegati presso il luogo di montaggio della struttura metallica si possono suddividere in due tipologie fondamentali:

- convenzionale o a ciclo aperto;
- ad aspirazione o a ciclo chiuso.








17/09/2020
Torna ai contenuti